Fuck Hipsteria

Anti-hipster Blogzine | Recensioni di musica e cinema. Articoli su media, attualità e costume. Insomma, ce n'è per tutti!

Una simpatica discussione pomeridiana

2 commenti

A volte penso che più uno sta tranquillo, più uno cerca di farsi i cazzi suoi e più certe situazioni sgradevoli e personaggi ambigui sembrano andare a cercarlo.

http://pietrodn.files.wordpress.com/2012/02/are-you-fucking-kidding-me.png?w=600

È proprio quello che mi è successo l’altro pomeriggio. Premessa: giorni fa ho recensito un certo concerto di un certo gruppo (la recensione la trovate qui) e non era stata proprio una passeggiata. Insomma, il gruppo in questione, mio malgrado, mi aveva appassionato durante tutto l’ultimo anno, e mi era sinceramente dispiaciuto stroncare il loro concerto. Fatto sta che quello che propongono ora non mi piace, è commerciale, e non ha niente del buono che avevo visto in loro qualche tempo fa. Fine premessa.

Due giorni fa, durante una delle tante (forse troppe) pause dallo studio, leggo distrattamente un post del gruppo in questione. Avete presente quelle cose che notate con la coda dell’occhio e realizzate davvero cosa sono solo dopo aver distolto lo sguardo? Quelle cose che ci pensi su un secondo e ti dici: No, aspetta un attimo… Ecco una di quelle. Il suddetto gruppo reagiva alle critiche, peraltro condivisibili, di un utente che si dichiarava deluso, con un atteggiamento quantomeno insolito. Questi geni della musica e maestri di modestia dicevano, testuale, “finalmente cominciamo a perdere qualche fan”. A quel punto già il nervosismo cominciava a salire, ma cercavo di stare calmo, facendo notare al suddetto gruppo che forse perdere un fan non era una cosa di cui vantarsi e che, magari, quel fan era rimasto deluso perché aveva visto in loro un cambio di rotta che un pò stonava con le produzioni del passato. Tralasciando un paragone piuttosto azzardato fatto con gli Shellac (bisognerebbe sciacquarsi la bocca prima di parlare di certa gente) usato come scusa per un grande rinnovamento, mi armavo di pazienza e cercavo di fargli capire che non era detto che ogni evoluzione portasse a un risultato migliore, e il loro caso ne era un chiaro esempio. La risposta è stata, sempre testuale: “Probabilmente non ti piace la musica elettronica”. A quel punto, ahimé, mi sono incazzato.

Non si trattava più neanche di una critica alla musica, ma al loro assurdo atteggiamento. Un artista che si rispetti, che ami definirsi tale, non si dovrebbe mai abbassare a ribattere in questo modo alle critiche perché se lo fa in un certo senso ha già perso. Ha perso sia di credibilità che di serietà, perché se senti il bisogno di essere così arrogante vuol dire solo che ti rendi conto anche tu che quello che fai fa cacare e ti rode che qualcuno esca fuori dal coro di lecchini che ti porti in giro e ti dica veramente quello che pensa. Vi risparmierò tutta la discussione che è venuta dopo, ma la mia opinione su tutta questa faccenda è che ai lor signori non farebbe male una bella dose di autocritica, tutte le sere prima di andare a dormire. Artisti seri, dalla carriera ventennale, hanno subito negli anni critiche feroci e mai hanno toccato un livello così basso. Non ricordo un gruppo che abbia fatto una figura peggiore di questa. Il talento, a volte, sta anche nell’umiltà.

Annunci

2 thoughts on “Una simpatica discussione pomeridiana

  1. non hai proprio una cazzo da fare !!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...